Scritta farfalle in Torino

Scritta di Valentina Severini

Proponiamo un progetto che vuole essere un’idea collettiva dove diverse realtà si confrontano, ognuna con le proprie competenze. Trova la sua originalità nel soggetto “la farfalla” che si impone per la sua bellezza, e alle cui tante varietà di colori e disegni, rivolgere attenzioni, ricerche e progetti, per salvaguardare l’ambiente in cui possa vivere e riprodursi. Inoltre ambiti lontani, il sociale, lo scientifico e l’artistico, si fondono per concorrere ad un unico risultato indispensabile e irrinunciabile: ” Fare Insieme”.
Partiamo da un campo lontano da quello scientifico, da piccoli spazi distanti da quelli sperimentali, per intrecciare relazioni dinamiche tra persone e metterle a disposizione degli altri, per creare una “rete”di conoscenze.
Gli uomini contemporanei vivono in solitudine, le farfalle non riescono ad attraversare il tessuto urbano ed incontrarsi:
Rischiano l’estinzione, non possiamo permetterlo !!
In fondo basta poco per far tornare i lepidotteri, così come per far incontrare le persone.
Cosa fare?
> coltivare piante nutrici proprie di ciascuna specie di farfalla, sulle quali possano crescere e riprodursi
> creare le “strade delle farfalle” che congiungano diverse aree verdi, per creare una rete, coinvolgendo i cittadini
> rilevare la presenza delle farfalle nel tessuto urbano, attraverso gli avvistamenti
> invogliare gli abitanti dell’area urbana di Torino a confrontarsi sulle tematiche dell’ ambiente
> promuovere incontri tra generazioni e ambienti diversi
> avviare incontri ludici e artistici per mantenere la naturale propensione umana a godere di tutto quello che c’è di bello nella vita.
Noi possiamo fare tanto, ma insieme a te di più!
La tua partecipazione sarà linfa per il nostro divenire
Il sito e’ stato realizzato con il contributo di VOLTO ed e’ stato uno degli obiettivi portati a termine di un progetto che si e’ sviluppato in RETE coinvolgendo i servizi della Salute Mentale, il mondo della scuola e l’ Associazione ASVAD.
Un progetto “intergenerazionale” caratterizzato dall’ incontro tra i saperi e i vissuti delle persone anziane e l’ entusiasmo, la curiosita’ e la vivacita’ degli alunni delle scuole.